Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

D'Alfonso presenta il Ponte del Cielo: il pontile circolare di 100 metri che completerà Largo Mediterraneo

Condividi su:

 

Ieri, mercoledi 7 ottobre intorno alle 18, presso la Sala Consiliare di Palazzo di Città, si e' tenuto l'incontro pubblico sul progetto del Ponte del Cielo, fortemente voluto dal Presidente d’Abruzzo Luciano D’Alfonso. Erano presenti oltre al Governatore e ai cittadini interessati, il Sindaco Marco Alessandrini, il Presidente Provincia di Pescara Antonio Di Marco, professionisti e tecnici.

Il Ponte del Cielo è un ampio pontile circolare che si estende per circa 100 metri sul mare all'altezza di Piazza Primo Maggio (di fronte la Nave di Cascella - lato mare), che andrà a completare Largo Mediterraneo e che sarà contrattualizzato entro il 30 dicembre del 2015. Esisteva già nello stesso luogo nel 1934:  l'idea non è nuova, quindi, ma e' nuova l'idea di riprogettarlo, per la quale è stato stanziato un milione di euro dai fondi europei Par Fsc. 

Un progetto motivato dall'obiettivo di incentivare una migliore qualità dell'ambiente urbano con misure di implementazione della rete pedonale e di valorizzazione della città dal punto di vista turistico. Pescara viene pensata non solo come capoluogo di una vasta area metropolitana ma anche come ponte di sviluppo delle relazioni economico culturali all'interno della Macro Regione Adriatico Ionica, tanto da diventare Città Adriatica ed Europea.

Il Ponte del Cielo, inoltre, fa parte di un progetto molto più ampio. Un percorso pedonale e visivo che congiunge la Stazione Centrale e il lungomare attraverso una prospettiva visiva di piazze e giardini e che segue questo itinerario: area di risulta, Piazza della Repubblica, Piazza Sacro Cuore, Piazza della Rinascita, Piazza Primo Maggio, Largo Mediterraneo fino all'arenile. E' evidente come la prima parte di questo percorso presenti un'area di risulta non ancora pronta ma come nella sua parte finale con il Ponte del Cielo vada a coronare il tutto con la "passeggiata sull'acqua".

Messe repentinamente a tacere le polemiche scatenate dall'opposizione, secondo la quale "Governatore e Sindaco usano denaro pubblico per costruirsi un pontile e camminare sulle acque”: un agguerrito D'Alfonso spiega: "E’ un’opera che fa discutere e quindi é un’opera che vale, poiché le opere che lasciano indifferenza assomigliano a quelle del cimitero. Il Ponte del Cielo fa parte di un novero di progetti importanti che riguardano tutto il territorio regionale".
                                                                                                                                      
                                                                                                                             

Condividi su:

Seguici su Facebook