Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Acqua non potabile, Stella (M5S): "Molti cittadini avvisati in ritardo, presenterò un'interpellanza al Governo Regionale"

Le parole della Consigliera Regionale in merito alle analisi effettuate dalla ASL presso la Sorgente Vitella d'Oro di Farindola

redazione
Condividi su:

Come annunciato dall'ACA l'acqua non sarà potabile in 8 Comuni del pescarese presso la Sorgente Vitella d'Oro di Farindola, la Consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Barbara Stella ha annunciato che presenterà un un'interpellanza al Governo Regionale. Queste le sue dichiarazioni:
 

"La notizia della non potabilità dell'acqua della Sorgente Vitella d'Oro di Farindola ha destato preoccupazione tra tantissimi cittadini che in molti casi sono venuti a conoscenza della situazione nella tarda serata del 9 novembre tramite passaparola, messaggi privati e a mezzo social network. 

Pur riconoscendo l'utilità di questi ultimi che rappresentano un mezzo di comunicazione più rapido da usare, non può certo costituire l'unico canale informativo in quanto non tutti ne hanno accesso e ne dispongono; e soprattutto la rilevanza di una comunicazione di questo tipo dovrebbe essere più capillare e veloce, per evitare il rischio che le persone utilizzino acqua contaminata per un tempo prolungato a loro insaputa.

Mi risulta che ACA abbia dato la notizia sulla sua pagina Facebook intorno alle 20:00, ma ritengo necessario che l'ente si doti di metodi e mezzi più idonei e puntuali per informare la cittadinanza in maniera efficace su un problema che mette a rischio la salute della collettività. Infatti molti cittadini, sono venuti a conoscenza del problema con molte ore di ritardo, e si sono preoccupati delle conseguenze, non avendo usato, da subito, le precauzioni necessarie.

Presenterò un'interpellanza-ha concluso Stella-per chiedere se è stata individuata con certezza la fonte di contaminazione e per chiedere alla Giunta di riferire formalmente in merito a quanto accaduto".

Condividi su:

Seguici su Facebook