Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Pescara: CasaPound ricorda le vittime dei bombardamenti anglo-americani del 31 agosto 1943

"Una profonda ferita incisa nella memoria della nostra città, ma taciuta dalla storiografia" afferma il partito

| di Casapound Pescara
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

"Pescara non dimentica i bombardamenti anglo americani" Questo il testo dello striscione esposto da CasaPound Italia in occasione della deposizione di alloro organizzata dal movimento presso la targa commemorativa del bombardamento anglo-americano sulla città del 31 agosto 1943, che seminò la morte tra la popolazione civile con migliaia di vittime.

"Il bombardamento del 31 agosto 1943, ad opera dei bombardieri alleati, ha inferto una profonda ferita alla nostra città, allora da poco nata, ed ha lasciato traccia indelebile nella memoria civica – afferma CasaPound Italia in una nota - Nell'attacco americano, condotto con criminale spregio per le vite dei civili, persero la vita quasi 2000 cittadini pescaresi. A questo primo devastante attacco, se ne aggiunsero altri nei giorni successivi, addirittura dopo la firma dell' 'armistizio'".
"Eppure, per Pescara come per tante altre città italiane, quella dei bombardamenti angloamericani è una pagina di storia che si cerca di far dimenticare, in quanto i crimini degli 'alleati' stonano con la narrazione della storiografia ufficiale. Per tale ragione, è ancora più importante celebrare questo anniversario, perché il sangue versato da tanti italiani non sia cancellato in nome di ragioni ideologiche e politiche".

Casapound Pescara

Contatti

redazione@sl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK