Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Elezioni comunali Pescara: Confartigianato ha ascoltato i candidati e ha illustrato le priorità

Condividi su:

Confartigianato Imprese Pescara incontra i candidati a sindaco di Pescara in vista delle elezioni comunali del prossimo 26 maggio. L'associazione, infatti, ha voluto ascoltare i progetti dei candidati per la città ed ha illustrato le priorità degli artigiani e delle Pmi per il rilancio di Pescara.

L'iniziativa si è svolta nella sede di Confartigianato, in via Marco Polo. Vi ha partecipato il Consiglio direttivo dell'associazione, allargato ai presidenti di categoria. Presenti Erika Alessandrini, candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle, Gianluca Baldini (Riconquistare l'Italia), Stefano Civitarese (Coalizione civica per Pescara), Carlo Costantini (polo civico Faremo Grande Pescara), Mirko Iacomelli (Casapound), Carlo Masci (centrodestra), Gianni Teodoro (Scegli Pescara). Assente per impegni inderogabili Marinella Sclocco, candidata per il centrosinistra.

Ogni aspirante primo cittadino ha avuto un tempo prestabilito. Nella prima parte del confronto i candidati hanno illustrato il proprio progetto per Pescara, nella seconda Confartigianato ha illustrato quelle che, secondo l'associazione, sono le priorità del territorio.

"Ai candidati - sottolineano il presidente ed il direttore di Confartigianato Pescara, Giancarlo Di Blasio e Fabrizio Vianale - abbiamo spiegato quali sono le esigenze e le priorità che registriamo dai nostri associati. Tra queste, la necessità di lavorare sul turismo, come strumento di crescita complessiva della città, sulla sicurezza e sulla creazione di un 'comune amico', che si ottiene a partire dalla digitalizzazione e dallo snellimento della burocrazia".

"Abbiamo inoltre evidenziato come le scelte che condizioneranno lo sviluppo futuro della città - aggiungano - non possano non essere condivise con le associazioni di categoria. Un esempio sono le aree di risulta: serve l'intervento di un soggetto che abbia le competenze per fare un'analisi precisa e per individuare la destinazione migliore per la crescita di Pescara. Un percorso che deve necessariamente prevedere il coinvolgimento di chi opera sul territorio".

"In un momento estremamente delicato per l'artigianato e per il commercio della nostra città - concludono Di Blasio e Vianale - ringraziamo i candidati a sindaco che hanno accolto il nostro invito per la disponibilità e per l'occasione di confronto, in vista dell'importante appuntamento di domenica".

Condividi su:

Seguici su Facebook