Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Torna in libertà il giovane che ha lanciato i petardi durante Pescara Renate. A settembre il processo

Il ragazzo è stato chiaramente riconosciuto in un video. Avviate dalla Polizia le procedure di attribuzione daspo

la redazione
Condividi su:

Aggiornamento ore 17
Il giovane tifoso è stato processato per direttissima presso il Tribunale di Pescara. Il ragazzo è tornato in libertà dopo che il giudice ha convalidato l'arresto e fissato il processo al prossimo 22 settembre. E' stata respinta la richiesta di presentazione alla Pg, e la Polizia avvierà nelle prossime ore la procedura per l'attribuzione del Daspo.

Ieri si è svolta la partita di Coppa Italia Pescara e Renate, vinta 6 a 5 dai biancoazzurri solo ai calci di rigore.

Durante il match, un giovane tifiso del Pescara di 21 anni, ha lanciato 6 grossi petardi dalla curva nord, due dei quali sono finiti all'interno degli spalti e i restanti 4 sulla pista di atletica.

Il giovane è stato arrestato dagli agenti della Digos di Pescara che hanno individuato il giovane grazie alle immagini delle telecamere a circuito chiuso dello stadio visionate dal Gos (Gruppo Operativo Sicurezza) della Questura.

Ora per il giovane tifoso potrebbe arrivare Daspo, una misura prevista dalla legge italiana al fine di contrastare il fenomeno della violenza negli stadi di calcio che vieta l'accesso alle manifestazioni sportive.

Condividi su:

Seguici su Facebook