Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Danni dovuti alle nevicate: chiuse molte strade della Provincia di Pescara, riapertura degli Istituti Scolastici Superiori per domani 26 gennaio

| di Maria Luisa Abate
| Categoria: Cronaca | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Le nevicate e le piogge hanno procurato un danno enorme alle strade della Provincia di Pescara con movimenti franosi che di fatto impediscono ancora la circolazione di persone e mezzi con grande danno per la comunicazione e l’economia del territorio.

Ad oggi, come da comunicato del settore viabilità, la situazione delle strade è la seguente:

  • Strada Provinciale 66, Bolognano-Musellaro-Salle-San Tommaso: chiusa per frana al km 3+400;
  • SP 20 tra Pianella e località Cartiera, in direzione Loreto: chiusa per frana per 100 metri ( tra km 11+600 e km 11+700);
  • Chiusa completamente al transito la SP 70 direzione Roccacaramanico, dal km 0 al km 2;
  • Chiusa integralmente al transito  la SP 12 (Collatuccio – Mirabello) dal km 0 al km 3+400;
  • Chiusi due lunghi tratti dalla SP 8 (Penne. Bivio Cupoli-bivio Mirri-Rigopiano) dal km 12+600 al km 28+800 (oltre 16 chilometri), e dal km 0 al km 12+600 (altri 12 km e 600 metri);
  • Chiusa per un lungo tratto anche la SP 35 (Catignano-Tarallo), dal km 0 al km 10+300;
  • Chiusa la SP 10 (SS 81 Montebello, Farindola, bivio Mirri) al km 16+750;
  • Chiusa in vari punti la SR 602: 100 metri al km 36 e in vari altri tratti dove si sono aggravati i fenomeni franosi già in corso;
  • Chiusa al transito la SP 53 (Torre de Passeri- variante Castiglione  a Casauria – Pescosansonesco – Corvara - bivio S. Biagio) dal km 2+400 al km 3+560;
  • Chiusa per 8 chilometri la SP 60 (Botte-Roccamorice-Fonte Tettone) dal km 8 al km 16+600;
  • Chiusa SP 7 (Penne-villa Degna) dal km 2+150 al km 3+200.

Anche molte altre strade sono state interessate da piccoli smottamenti e da formazione di buche, ma, fortunatamente, risultano transitabili. La raccomandazione che viene dalla Provincia e dalle forze dell’ordine è di essere prudenti e di prestare la massima attenzione durante la guida percorrendo ad una velocità ridotta ogni strada.

Riaprono domani 26 gennaio le Scuole Superiori di Pescara e Provincia tranne i plessi di alcuni Istituti nei quali sono state riscontrate alcune criticità, ovvero:

  • la succursale di via Italica dell’Istituto Alberghiero De Cecco di Pescara;
  • l’IPSSAA Cuppari di Villareia, a Cepagatti;
  • le scuole di Penne (ITCG “G. Marconi” e IIS “Luca da Penne – Mario dei Fiori”)

Il Presidente della Provincia Antonio Di Marco con il Dirigente provinciale ing. Paolo D’Incecco e il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri, ing. Maurizio Vicaretti, hanno incontrato i Dirigenti Scolastici per comunicare lo stato degli immobili e le criticità riscontrate.

I controlli sugli edifici scolastici sono stati eseguiti durante i giorni di chiusura dai tecnici della Provincia, supportati dai tecnici inviati dall’Ordine degli Ingegneri di Pescara.

Il maggior problema riscontrato è stato relativo alle infiltrazioni dovute alla neve e alle forti piogge, in molti casi gli interventi di riparazione sono iniziati e molti già completati.

Anche negli edifici dove non è stato possibile completare i lavori di riparazione, in accordo con i Dirigenti intervenuti durante la riunione, la ripresa dell’attività scolastica riprenderà escludendo gli ambienti non ancora sanati.

I danni, hanno confermato i tecnici, non sono stati strutturali e quindi non hanno inficiato la stabilità degli edifici, tranne per l’istituto Marconi di Penne dove è crollata una parte della copertura.

Maria Luisa Abate

Contatti

redazione@sl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK