Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Violenza su un bimbo con il consenso del padre, in manette due persone

La redazione
Condividi su:

La Polizia ha arrestato due persone per violenze su minore. La scoperta è stata fatta grazie alle indagini e alle intercettazioni telefoniche ottenute dagli uomini della Squadra Mobile della Questura di Pescara.
In carcere è finito un 88enne, A.C., e un 25enne, N.S.,  residente a Pescara e padre del bimbo sul quale sarebbero stati commessi gli abusi.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, le violenze sarebbero state commesse dall’anziano mentre si trovava agli arresti domiciliari, inoltre da quanto appreso lo stesso era già stato arrestato in passato per reati simili commessi ai danni di minori.

Nell’ottobre 2013 l'uomo era stato condannato a 14 anni di reclusione ma, dal maggio del 2014, gli  erano stati concessi i domiciliari per motivi di salute.
Gli episodi di violenza di cui sarebbe accusato l'uomo risalirebbero al dicembre del 2015.

Secondo la Polizia, l’anziano, avrebbe compiuto abusi sessuali sul bimbo di 5 anni mentre era ai domiciliari.
Ad aggravare ulteriormente la complessa vicenda ci sarebbe il fatto che le violenze sarebbero state perpretate con il consenso del padre del minore, il quale avrebbe ricevuto in cambio diverse somme di denaro da parte dell'88enne.

Lo scorso 19 febbraio il Tribunale di Sorveglianza dell’Aquila avrebbe revocato i benefici concessi all’anziano, il quale sarebbe stato trasferito in carcere.

Nella giornata di ieri, invece, il Gip del locale Tribunale, ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere anche nei confronti del 25enne padre del bimbo.

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook