Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L’olio d’Abruzzo protagonista all’IPSAAR De Cecco di Pescara

Tanti produttori abruzzesi e tanti ospiti per festeggiare insieme l’oro d’Abruzzo: l’olio.

Condividi su:

“Abbiamo sviluppato il turismo del vino, ora puntiamo a diffondere il turismo dell’olio, di cui l’Abruzzo e la provincia di Pescara sono ricchi, come dimostrano le 26 etichette presenti al Gran Galà dell’Oro Verde d’Abruzzo promosso dall’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara. Tante battaglie abbiamo combattuto negli ultimi anni per la tutela del settore, tante ne dovremo ancora portare avanti con il neo-Ministro alla Sovranità alimentare”. 

Lo ha detto il Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri che ha aperto con la dirigente Alessandra Di Pietro l’evento promosso dall’Istituto Alberghiero, il Gran Galà dell’Oro Verde d’Abruzzo – Open Day dedicato all’Olio extravergine d’Oliva. Presenti, tra gli altri, anche l’onorevole Guerino Testa, il sindaco Carlo Masci, l’assessore Adelchi Sulpizio, il vicepresidente della Regione Domenico Pettinari, Paolo Iachini Vicedirettore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Daniela Puglisi e Tiziana Venditti per l’Ufficio Scolastico provinciale, Silvano Ferri Presidente del Consorzio Aprutino Pescarese con l’esperto Luciano Pollastri, Carmine Salce per la Camera di Commercio Chieti-Pescara, e poi i partner dell’Istituto Alberghiero tra cui Federico Anzellotti Presidente di Pastry Chef, Antonio D’Intino Presidente di Assipan e Brunella Capisciotti Presidente dell’Associazione Anake, Lorenzo Pace Presidente dell’Unione Cuochi Abruzzesi, Gerardo Rasetti dell’Accademia della Cucina con l’ex Prefetto Vincenzo D’Antuono, il dottor Clemente dell’Associazione Maestri d’Italia, Gabriella Lentilucci Vicepresidente dell’Associazione nazionale Polizia Penitenziaria, Andrea Piersante referente ABI Professional Abruzzo, Casto Di Bonaventura del Centro Servizi per il Volontariato, con il coordinamento della professoressa Rossella Cioppi, responsabile del PON ‘Il Futuro in un filo d’olio’ – 3a edizione, e poi gli studenti impegnati nei vari laboratori di cucina per raccontare la propria professionalità e la preparazione maturata a scuola.

“L’olio è sicuramente l’oro verde di una regione come l’Abruzzo – ha sottolineato la dirigente Di Pietro –, è una risorsa straordinaria da veicolare per divulgare il turismo nel nostro territorio, ed è fondamentale approfondire tale tematica per gli studenti dell’Alberghiero visto che parliamo di una materia prima che investe ogni settore, dalla cucina alla sala sino alla promozione”. 

 

“Tre sono le parole che si legano alla risorsa olio – ha detto il Presidente Ferri – ovvero tipicità, qualità e paesaggio. Per la tipicità pensiamo che disponiamo sul nostro territorio di ben 24 cultivar; sulla qualità, parliamo di coltivazioni che richiedono uno sforzo costante di 365 giorni l’anno che poi possano contare anche sulla presenza di ottimi frantoi”.

 

“Se sul tema del vino l’Abruzzo ha recuperato grande terreno e oggi siamo in una posizione ottima rispetto alla media nazionale sia per produzione che qualità – ha detto il Presidente Sospiri –, sull’olio siamo sicuramente nel top di gamma e dovremo iniziare a cambiare la narrazione dell’olio all’esterno dei confini abruzzesi. Con l’onorevole Testa in passato abbiamo già condotto alcune battaglie, come quella per la semplificazione delle etichette, tante ne faremo al fianco dei nostri produttori andando a dialogare con il Ministro all’Agricoltura e alla Sovranità Alimentare”, posizione condivisa dall’onorevole Testa, mentre il Presidente di Pastry Chef, Anzellotti, che ha presentato il suo tradizionale Panettone all’Olio d’Oliva, ha sollecitato la “redazione della Carta degli Olii al pari della Carta dei Vini, perché se è vero che ogni alimento vuole il suo vino, è altrettanto vero che ogni cibo o piatto vuole il suo tipo di olio”.

Condividi su:

Seguici su Facebook