Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Asl contro Striscia la notizia: "Vie legali per il servizio sull'acquisto del'immobile"

Il manager Claudio D'amario: "L’edificio ripreso non è quello acquistato"

La redazione
Condividi su:

Il direttore generale della Asl di Pescara, Claudio D'Amario, ha dato mandato ai propri avvocati di "intraprendere, nelle competenti sedi giudiziarie, le più opportune ed appropriate iniziative legali atte a tutelare la reputazione, il prestigio ed il decoro personale e professionale, nonché  l’immagine della Asl", in relazione al servizio di "Striscia la notizia" girato a Pescara e andato in onda lo scorso 14 aprile in merito all'acquisto dell'immobile in via Rigoiano da parte della Azienda sanitaria. Lo fa sapere, in una nota, la responsabile dell'Urp della Asl, Maria Assunta Ceccagnoli.

"All’inizio del  servizio - si legge nella nota - viene mostrato, con dovizia di riprese esterne ed interne, un edificio oltremodo fatiscente. C’è un particolare da sottolineare, però: l’edificio ripreso non è quello acquistato dalla Asl. D’Amario - si legge ancora - respinge qualsivoglia infondata e strumentale illazione, congettura ed insinuazione, tesa a screditare ingiustificatamente una operazione, non soltanto pienamente legittima, ma anche e soprattutto utile, opportuna e vantaggiosa per gli interessi dell’Azienda Usl di Pescara e della collettività, considerato e valutato il risparmio di onerosi canoni di locazione che l’Azienda andrà a realizzare mediante tale operazione".

Condividi su:

Seguici su Facebook