Terminate alle 19 le aperture dei 170 seggi

| di Ufficio Stampa Comune di Pescara
| Categoria: Attualità
STAMPA
“Si è completata solo intorno alle 19 l’apertura dei 170 seggi elettorali di Pescara attivati in 31 scuole cittadine per le elezioni amministrative, regionali, europee e per il Referendum sulla Grande Pescara. A dilatare i tempi dell’inizio delle operazioni è stata la rinuncia di ben 29 presidenti di seggio nominati dalla Corte d’Appello de L’Aquila che non si sono presentati all’apertura delle sezioni, fissata alle 16 di questo pomeriggio, costringendo l’Ufficio coordinamento, guidato dal dirigente Luigi Addario, a una corsa contro il tempo per cercare dei sostituti con relativi segretari. Nel tardo pomeriggio la situazione si è normalizzata consentendo l’avvio delle operazioni”. Lo ha ufficializzato l’assessore all’Anagrafe Nicola Ricotta fornendo i dati delle elezioni che anche a Pescara si svolgeranno nella sola giornata di domani, domenica 25 maggio, con apertura dei seggi alle 7 e chiusura alle 23. “Nel capoluogo adriatico – ha detto l’assessore Ricotta snocciolando i numeri – sono aperti 170 seggi con la mobilitazione di 31 scuole cittadine dove le lezioni si sono concluse ieri, dunque con un giorno d’anticipo, per consentire la pulizia dei locali e l’allestimento dei seggi elettorali. Complessivamente gli elettori di Pescara chiamati alle urne sono 103.559, di cui 48.253 uomini e 55.306 donne, ovvero oltre 3mila elettori in più dell’ultima consultazione, il referendum del 2011 quando c’erano 100.070 elettori. Il dato più rilevante riguarda i neo-diciottenni: sono infatti ben 1.327 i giovani che hanno appena compiuto la maggiore età e che domani potranno votare per la prima volta, ossia 657 uomini e 679 ragazze, anche in questo caso più del doppio del 2011, quando i neo-diciottenni chiamati alle urne erano solo 495. L’elettrice più anziana che si recherà alle urne è nonna Edvige Marinucci, nata il 20 dicembre 1908, 106 anni. Gli elettori più giovani sono invece Maurizio Pirocco, Mattia Schiavone e Simone Visini. Due i seggi che come di consueto sono stati allestiti all’interno dell’ospedale civile, le sezioni 89 e 90; uno presso il carcere, il numero 120. Alle 16 di oggi pomeriggio era prevista l’apertura dei seggi, ritardata però dall’assenza di ben 29 presidenti di seggio sui 170 nominati dalla Corte d’Appello de L’Aquila, presidenti che non si sono presentati in sezione per avviare le operazioni e che ci hanno imposto un’autentica corsa alla ricerca di sostituti con relativi segretari, completando la lista solo intorno alle 19. Grosse difficoltà le abbiamo avute soprattutto nella scuola media ‘Antonelli, dove 3 presidenti su 4 seggi non si sono presentati senza alcun preavviso; nel seggio numero 27, nella scuola media Mazzini, invece, il Presidente nominato dalla Corte d’Appello aveva appena aperto il seggio, quando ha avuto un malore che ha richiesto il suo trasporto in ospedale e la sua immediata sostituzione; l’ultima sezione ad essere coperta è stata la numero 100, in via Sacco. Domani le operazioni di voto si svolgeranno solo dalle 7 alle 23 e subito dopo inizierà lo spoglio delle schede delle europee. Poi nella giornata di lunedì, 26 maggio, nel pomeriggio, riprenderà lo spoglio delle regionali, amministrative e del Referendum. Intanto anche l’Ufficio elettorale comunale resterà aperto durante le operazioni di voto per garantire la fornitura dei duplicati delle tessere elettorali per tutti i cittadini che avessero smarrito la propria. Sino a oggi sono state emessi ben 2.054 duplicati, e sarà possibile richiedere la copia sino a cinque minuti prima della chiusura del seggio elettorale. In sostanza, nella giornata di domani verrà garantito il rilascio del duplicato della tessera elettorale presso gli uffici dell’Urp, al pianterreno del Palazzo comunale, ex Inps, dove sono allestite ben 11 postazioni di rilascio, attive dalle 7 sino al termine delle operazioni di voto. Sarà possibile effettuare il rilascio della carta d’identità cartacea, sempre presso l’Ufficio carte d’identità in via Calabria, dove sarà allestita una postazione, dalle 9 alle 21. E sarà possibile anche regolarizzare la propria posizione anagrafica a seguito di irreperibilità: in occasione dell’ultimo censimento, l’ufficio anagrafe ha dovuto effettuare ben 2.454 cancellazioni di cittadini risultati irreperibili, dunque formalmente non residenti a Pescara. Tuttavia, presso l’Ufficio dell’Urp sono state allestite 4 postazioni per la regolarizzazione anagrafica delle irreperibilità, dalle 7 alle 21, ossia la reiscrizione di cittadini che potranno e dovranno dimostrare di vivere, abitare a Pescara, ma che solo per disattenzione non hanno partecipato al censimento. Insieme alla scheda ricordiamo che tutti i cittadini dovranno presentarsi con un documento d’identità per poter esercitare il diritto di voto. Anche la Polizia municipale sarà disponibile per garantire il voto a casa dei diversamente abili impossibilitati a recarsi presso le urne e che ne faranno opportuna richiesta”.

Ufficio Stampa Comune di Pescara

Contatti

redazione@sl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK