Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Test rapidi per il rientro a scuola del 7 gennaio

Condividi su:

7 gennaio si riaprono le scuole anche per i ragazzi delle superiori e oggi 4 gennaio a Pescara si è svolta una riunione online voluta dalla ASL di Pescara con il Direttore Vincenzo Ciamponi, i Dirigenti scolastici delle scuole superiori, il Presidente Zaffiri della Provincia di Pescara, il Sindaco di Pescara Carlo Masci, l’Assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Santilli e Daniela Puglisi per l’Ufficio Scolastico Provinciale di Pescara

L’incontro si è tenuto per parlare e discutere circa il rientro prossimo, previsto per il 7 gennaio 2021, dei ragazzi delle scuole superiori. Far ritornare i ragazzi a scuola è di basilare importanza come lo è la sicurezza per la lotta al Covid 19 e la necessità di operare uno screening su tutto il mondo della scuola per evitare che la pandemia possa avere un’impennata che metterebbe, ancora una volta, a rischio la continuazione delle lezioni.

Già alla riapertura a settembre delle scuole tutti gli istituti si erano attrezzati ad accogliere in sicurezza gli studenti, gli insegnanti e tutto il personale ATA e una nuova nefasta chiusura porterebbe sicuramente ad una situazione scolastica difficilmente recuperabile.

Dall’incontro odierno, proprio alla luce di una nuova possibile ondata di contagi, è emersa la necessità di effettuare tamponi, con test rapidi, per verificare l’eventuale positività delle persone del mondo scolastico e contenere il contagio.

Tra i Dirigenti presenti online Alessandra Di Pietro dell’Istituto Alberghiero di Pescara, che ha dichiarato:

“Una iniziativa assolutamente apprezzabile promossa dall'ASL di Pescara e dal direttore Vincenzo Ciamponi, che va nella direzione e nella logica della prevenzione e quindi permette di non disperdere il grande lavoro svolto sinora dalla scuola per la sicurezza. I test rapidi, portando gli esami direttamente all'interno dell'istituto ci danno la possibilità di sapere quasi in tempo reale, cioè in circa 20 minuti, se uno studente è positivo al coronavirus e quindi sono la svolta alla gestione dei casi sospetti. Ci permettono un rientro in maggiore sicurezza e serenità, ma senza abbassare la guardia. È importante però che siano estesi anche a tutto il perdonale della Scuola, non solo studenti ma anche docenti, assistenti amministrativi e tecnici, collaboratori, dal momento che la comunità scolastica è un tutto che interagisce e si interfaccia di continuo. Questo per una più efficacia azione preventiva. Nel nostro Istituto i test saranno effettuati nell’ampio Laboratorio di Sala al piano terra dell'Officina del Gusto e si potrà disporre, se necessario, della nostra infermeria che lavora stabilmente al nostro Convitto e che potrà dare un valido supporto agli operatori ASL.

È molto importante, inoltre, per noi Scuole il sostegno delle famiglie nel sensibilizzare i ragazzi ad aderire consapevolmente ai test. I test dovrebbero cominciare il 7 gennaio alla riapertura delle scuole.

Per far conoscere ed apprezzare l’iniziativa abbiamo idea di diffondere la modulistica per il permesso nel registro elettronico e sul sito della scuola così i ragazzi vengono già con il permesso firmato dei genitori (modulistica la darebbe la ASL) poi in ogni scuola verrebbe un dottore e un infermiere con tutto il materiale per lo screening. Hanno bisogno solo di un computer e un amministrativo per compilare il registro di chi fa lo screening”.

Tutti i ragazzi minorenni, quindi, dovranno essere muniti di modulo di adesione allo screening da parte dei genitori mentre i maggiorenni e tutto il personale variamente impiegato negli istituti scolastici dovranno essere muniti ei modelli distribuiti dalla ASL.

L’iniziativa fortemente voluta dalla ASL di Pescara con il suo direttore Vincenzo Ciamponi produrrà uno screening di massa e se l’iniziativa avrà successo, come è sperabile, sarà molto importante per tutta la popolazione scolastica e per l’intera comunità.

Condividi su:

Seguici su Facebook