Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il calcio, un’occasione di reinserimento sociale

Tra i fautori del progetto Valerio di Tommaso

Condividi su:

Crazy for Football è la storia di un sogno che accomuna dei giocatori davvero particolari. Loro infatti provengono da diversi dipartimenti di salute mentale di tutta Italia e intendono lanciare una sfida: partecipare a un campionato mondiale di calcio a 5. Il sostegno a quella che è già una piccola squadra arriva dallo psichiatra Santo Rullo, Presidente dell’Associazione Italiana di Psichiatria Sociale, da Enrico Zanchini commissario tecnico della nazionale che diventerà l’allenatore e da Vincenzo Cantatore ex pugile italiano che invece avrà il ruolo di preparatore atletico. Il sogno dunque inizia.

Viene così disputata la prima partita della Dream World Cup nel 2016 ad Osaka, in Giappone. Quest’anno il Pala Tiziano di Roma ha visto partecipare all’edizione del campionato del 2018 ben dieci nazioni: Italia, Spagna Argentina, Cile, Francia, Giappone, Perù, Senegal, Ucraina, Ungheria.  A trionfare è stata la nazionale italiana ma anche l’Abruzzo perché tra i fautori del progetto c’è il sulmonese Valerio di Tommaso.  “Il documentario di Volfango De Biasi vincitore tra l’altro anche di un David di Donatello” spiega al Giornale d’Abruzzo il Presidente dell’Ecos ( European Culture and Sport Organization) senza nascondere una punta di commozione, “racconta in modo esemplare un progetto rivoluzionario che chiama in causa la nostra coscienza. Avevo letto il libro “Crazy for football” e mi sono detto che avrei vinto anche io con loro, che avrei presentato il progetto alla Commissione europea, che avrei fatto parte della vittoria sportiva ma soprattutto culturale. E così è stato!”, ha dichiarato soddisfatto Valerio Di Tommaso. “Questo esperimento sociale intende portare avanti le conquiste della legge Basaglia tra i cui obiettivi primari vi era quello del reinserimento sociale dei pazienti che hanno subìto trattamenti psichiatrici ma occorre il sostegno delle istituzioni.  Per portare avanti il progetto ci vogliono i fondi. Abbiamo presentato il nostro programma alla Commissione europea, al Ministero dello Sport e stiamo cercando una collaborazione con la Regione Abruzzo. Abbiamo avviato già un colloquio con l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali Marinella Sclocco e con l’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo, consigliere di Abruzzo civico. Lunedì 4 giugno 2018, in occasione della finale del campionato Futsal , in programma per le ore 17.00 al Pala Giovanni Paolo II di Pescara  presenteremo la Nazionale Italiana “Crazy for Football”. L’evento sarà trasmesso in diretta sui canali Fox Sport.  Ringrazio Riccardo Ciferni della Pizzeria Trieste che offrirà la cena a tutta la squadra”.

Condividi su:

Seguici su Facebook