Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Non ci saranno tagli di bilancio nel settore sociale del Comune di Pescara

La replica dell'assessore alle Politiche sociali Cerolini alle accuse del PD

Condividi su:

Non ci sarà alcun taglio di bilancio nel settore sociale né nel 2013, né nel bilancio 2014, e, anche se attualmente stiamo operando per dodicesimi, comunque stiamo garantendo tutti i servizi essenziali. L’unico servizio che è stato cancellato già dal 2012 è il progetto ‘Pescara include’, destinato a promuovere stage lavorativi per il reinserimento di ex tossicodipendenze e persone affetti da etilismo, progetto che non è stato più finanziato dalla Regione Abruzzo, ma che l’amministrazione comunale ha sostituito con il progetto di sostegno al reddito, autofinanziato e che verrà riproposto dal Presidente della Commissione Politiche sociali Di Pino. Non comprendo da dove emerga l’allarme sociale lanciato dal Pd, né tantomeno quale presunta bozza di bilancio il Partito democratico abbia reperito tra i corridoi del Comune, una bozza evidentemente non veritiera, anche perché qualunque decisione andremo ad assumere verrà preventivamente valutata con i sindacati”. Lo ha detto l’assessore alle Politiche sociali Guido Cerolini replicando alla conferenza stampa odierna del Pd sui presunti tagli al sociale.

“Non ci sarà alcun taglio nel sociale, né tantomeno verranno meno 460mila euro – ha sottolineato l’assessore Cerolini – e, seppure stiamo lavorando per dodicesimi e il bilancio verrà approvato a settembre prossimo, comunque stiamo garantendo e continueremo a garantire i servizi essenziali, anzi nonostante i tagli applicati sui trasferimenti dalla Regione Abruzzo, continueremo a finanziare con fondi del Comune tutte le attività poste in essere dalla nostra amministrazione comunale che dal 2009 ha investito ogni anno oltre 10milioni di euro nel settore, a fronte dei 5-6 milioni di euro stanziati dalla precedente amministrazione di centro-sinistra. Non ci saranno tagli sul Pronto Intervento sociale, né nel 2013 né nel 2014, nè per la mensa di San Francesco, e non soffriranno i capitoli riservati agli anziani e ai diversamente abili. Anzi anche per le Rsa abbiamo già confermato lo stesso numero di anziani che lo scorso anno viveva presso la Casa Santa Maria Ausiliatrice di Montesilvano, l’ex Sund, ed è già stato emanato il bando per l’assistenza scolastica, così come garantiremo i servizi compresi nel Piano nazionale per la non autosufficienza. L’unica attività che abbiamo accantonato è il progetto ‘Pescara include’, un progetto destinato a finanziare borse-lavoro per l’inclusione di ex tossicodipendenti, che non era certo una conquista del Pd, quanto un progetto finanziato dalla Regione Abruzzo che però già dallo scorso anno ha deciso di sospenderne l’operatività cancellando i relativi finanziamenti. Ma l’amministrazione comunale ha già sostituito quell’intervento con il piano di sostegno al reddito per coloro che hanno perso il lavoro, piano che con il Presidente Di Pino andremo a riproporre anche per il prossimo anno. In altre parole, la conferenza stampa del Pd è un castello di carta che si infrange contro il muro della realtà: non comprendo dove il Pd abbia pescato numeri e cifre, sicuramente non da fonti ufficiali, visto che il bilancio sociale verrà sottoposto all’attenzione dei sindacati prima di qualunque altra Organizzazione”.

Condividi su:

Seguici su Facebook