Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

CNA Pescara: 50 anni e non dimostrarli

Festa per i 50 anni della CNA Pescara al padiglione Bucci del porto Turistico Marina di Pescara

Condividi su:

Il 15 novembre del 1972 nasceva a Pescara la CNA Provinciale e oggi, dopo 50 anni, si tirano le somme di tanti anni di idee e fatti concreti che hanno portato la confederazione ai numeri dell’attuale situazione.

La sala Bucci era piena di persone che a vario titolo hanno fatto e fanno parte della CNA con particolare riferimento agli artigiani suo vero motore.

A portare i saluti ed aprire i lavori il direttore Carmine Salce che ha voluto ricordare che si è riuscito a superare momenti difficili quali la pandemia, la recessione e non ultimo la guerra alle porte della Nazione, ma che la speranza è di un futuro prossimo migliore.

Nel 1972 erano poche le persone che iniziarono l’avventura in un piccolo locale in piazza salotto con il primo segretario Donato Tinari che guidava un’organizzazione quasi” clandestina”. Ad oggi ben 2500 sono le imprese rappresentate e 3000 i pensionati iscritti. La CNA non rappresenta solo gli artigiani, i commercianti o i vari professionisti iscritti, ma anche le loro famiglie in un insieme di azioni che tiene conto di tutto il sistema sociale del lavoro e della famiglia.

La Festa dei 50 anni, ha detto Salce , è per celebrare tutti coloro che hanno portato alla situazione attuale l’organizzazione.

Un pensiero Salce lo ha voluto dedicare alle donne che oggi 25 novembre vedono celebrare un giorno in cui si combatte e si condanna la violenza che subiscono. Solo quando si parlerà di persone e non di uomini e donne si potrà cominciare ad avere una vera parità.

La CNA è stata costruita mattone su mattone e ciò rende orgogliosi chi ne fa parte.

Savino Saraceni, vice Presidente Nazionale, ha ribadito quanto detto da Carmine Salce ed ha sottolineato l’aspetto importante quale l’autonomia politica e la necessità di capire questo nuovo mondo che si sta formando per essere sempre all’avanguardia e capire e risolvere i problemi delle aziende e degli imprenditori.

Cristian Odoardi, Presidente Provinciale CNA Pescara, ha concluso i discorsi di apertura, parlando del sistema CNA che integra l’imprenditore alle funzioni dell’associazione.

Bisogna festeggiare i 50 anni guardando al futuro sperando che tutte le inutili incombenze burocratiche che ogni impresa deve sopportare si possano dissolvere e rendere la vita lavorativa più semplice e meno costosa.

Gli imprenditori mostrano un coraggio incredibile nel portare avanti le loro aziende e la CNA ha progetti per rendere la gestione più semplice con la formazione, possibilità di credito e azionando tre leve importanti quali l’export, il made in Italy e il turismo.

Odoardi ha concluso dicendo: “Credo che la CNA deve essere come una barca a vela dove tutti hanno un posto proprio dove può guardare oltre la prua per condividere la rotta”.

I festeggiamenti sono proseguiti con la consegna di attestati sia in memoria sia alle persone presenti che hanno con il loro lavoro e la loro appartenenza portato avanti negli anni l’organizzazione. 

Condividi su:

Seguici su Facebook